UPS Driver salva una donna presumibilmente tenuta prigioniera, mentre ritirava un pacco

Storie Positive

Un autista di UPS del Missouri viene celebrato come un eroe dopo aver salvato una donna che era tenuta ostaggio dal marito e subiva violenze sessuali.

UPS Driver salva una donna presumibilmente tenuta prigioniera, mentre ritirava un pacco

Le autorità sono riuscite a trovarla sana e salva grazie al suo rapido pensiero!

Tutto è iniziato quando il furgone si è fermato presso una residenza nella contea di Franklin, nelle vicinanze di St. Louis, per uno dei suoi viaggi regolarmente pianificati.

Quando il pacco è stato consegnato alla donna nella città di Robertsville, è riuscita a scrivere “chiamate il 911” sulla scatola.

James Tyler Jordan, 33 anni, è stato scoperto a tenere sua moglie prigioniera all’interno della casa e minacciare di uccidere sia lei che se stesso.

Secondo i documenti giudiziari, la moglie di Jordan ha dichiarato che lui le ha impedito di lasciare la casa, l’ha colpita e schiaffeggiata, l’ha costretta a spogliarsi e l’ha attaccata sessualmente.

UPS Driver salva una donna presumibilmente tenuta prigioniera, mentre ritirava un pacco

Ha tenuto una pistola puntata alla sua testa, minacciando di ucciderla e minacciando poi di uccidersi.

C’era anche un bambino di tre anni lì, e il bambino era stato imprigionato in una stanza per 15 ore senza cibo o bevande.

Jordan ha costretto sua moglie a parlare con lui, mentre si trovava dietro di lei con una pistola quando l’autista è arrivato alla casa.

La donna è riuscita a scarabocchiare “chiamate il 911” sul pacco, mentre firmava per esso.

Non appena l’autista è tornato al suo furgone, ha chiamato il Dipartimento dello Sceriffo della Contea di Franklin, e un’unità SWAT è arrivata per arrestare Jordan.

“È stato di grande aiuto”, ha detto il sergente del Dipartimento dello Sceriffo della Contea di Franklin, T.J. Wild, riguardo all’autista.

Congratuliamo questo autista per aver fatto più del dovuto per salvare la vita di questa donna e di suo figlio!

 

Vota l’articolo
Aggiungi Un Commento